Oggi mi piacerebbe parlare di PAROLE.

Si perché troppo spesso la bellezza inizia proprio dalle parole, parole che ascoltiamo, che leggiamo, parole che ci definiscono, con le quali noi stesse ci definiamo, parole che ci limitano o che al contrario ci suggeriscono nuovi percorsi.

Ci sono parole che ci rendono più belle, perché ci fanno stare bene.

Le parole sono energia, hanno un peso specifico, agiscono nel nostro sistema emozionale-energetico come un sasso lanciato in uno stagno, creano onde che si propagano e coinvolgono tutta la massa d'acqua di cui è composto.

Dagli esperimenti sulla memoria dell'acqua del Dott. Masaru Emoto è evidente l'influenza che le parole hanno sulla materia, su come cristallizza l'acqua, ma tutto questo noi lo sperimentiamo continuamente, solo che spesso non ci facciamo neanche caso.

Pensa a tutte le volte che definisci te stessa, quali parole usi, e come ti fanno sentire ?

Da anni studio e sperimento il potere delle parole, e della comunicazione che ho definito "seduttiva", nel senso che una buona comunicazione è lo strumento più potente per aprirsi alla relazione con l'altro ma anche con noi stesse, per trasformare e migliorare il nostro livello di energia, e basta fare un esercizio molto semplice: osservare come ci parliamo, quali parole usiamo con noi stesse, e provare ad immaginare cosa accadrebbe se usassimo le stesse parole parlando con un'altra persona: come si sentirebbe, che tipo di effetto avrebbero queste parole? Sarebbero pietre o sarebbero carezze?

Quindi sono convinta che usare le parole giuste quando definiamo noi stesse, il nostro aspetto, sia un seme di bellezza, che prima ancora che esteriore deve essere una bellezza interiore, fatta di equilibrio e di consapevolezza, di pensieri e di parole che vibrino nella giusta frequenza.